Evolution of the Po Delta

BONDESAN M., FAVERO V., VIGNALS M.J. 1995. New evidence on the evolution of the Po-delta coastal plain during the Holocene. Quaternary International, 29/30, pp. 105-110, 5 ff.

(argomenti: Pianura Padana – geomorfologia – paleogeografia)

Vengono presentati nuovi dati geomorfologici e paleoambientali sull’area deltizia compresa fra la Laguna Veneta e le Valli di Comacchio, ottenuti per mezzo di rilievi di campagna, sondaggi, analisi paleontologiche e radiometriche, studio di foto aeree, da satellite e piani quotati.

 

EVOLUTION OF THE PO-DELTA

Depositi fluviali würmiani in un pozzo terebrato presso Ferrara

BONDESAN M., DAL CIN R., MANTOVANI M.G., 1974. Depositi fluviali würmiani in un pozzo terebrato presso Ferrara. Annali dell’Univ. di Ferrara, Sez. IX, vol. 5, n. 8.
(argomenti: Pianura Padana – stratigrafia)
Vengono presentati i risultati dello studio litologico, sedimentologico e paleontologico eseguito su una serie di 39 m campionata nella zona industriale di Ferrara in occasione della realizzazione di un pozzo per acqua. E’ risultato trattarsi di un complesso di depositi di alveo fluviale meandriforme e di piana alluvionale, suddivisibile in tre unità litologiche. Tale suddivisione è estendibile a numerose altre serie di una vasta area a NW di Ferrara. La base della serie (m 35,70) è stata attribuita, mediante di dati ottenuti con il C14, al passaggio fra il mesowürmiano e il neowürmiano (anni 27.500 +/- 1.000 b.p.).
Estratto consultabile presso la Biblioteca Scientifico-tecnologica dell’Università di Ferrara – via Saragat, 1 – 44122 Ferrara (e-mail: biblioteca.scientificotecnologica@unife.it) o presso la Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara.

d – 1974 – Dep_fluv_wurmiani_Ferrara

Nuovi dati stratigrafici, paleoambientali e di cronologia radiometrica sul cicio trasgressivo-regressivo olocenico nell’area deltizia padana

BONDESAN M., CALDERONI G., CATTANI L., FERRARI M., FURINI A.L.. SERANDREI BARBERO R.. STEFANI M., 1999. Nuovi dati stratigrafici, paleoambientali e di cronologia radiometrica sul cicio trasgressivo-regressivo olocenico nell’area deltizia padana. Ann. Università di Ferrara Sez. Scienze d. Terra, 8 (1), pp. 1 -36.

(argomenti: geologia ambientale – geomorfologia – Pianura Padana – stratigrafia)
Vengono presentati dati stratigrafici e paleoambientali sui sedimenti olocenici dell’area deltizia compresa fra il Po, il mare Adriatico e le Valli di Comacchio, ottenuti per mezzo di rilievi di campagna, sondaggi, analisi paleontologiche e radiometriche, studio di foto aeree e di piani quotati. L’indagine permette di riconoscere, in questo settore di territorio, le fasi finali dell’innalzamento eustatico postglaciale (nella “trasgressione flandriana” il mare – nel territorio ferrarese – si è spinto fino a 20 km a ovest della costa attuale) e la successiva progradazione dei diversi apparati deltizi padani.
Consultabile presso la Biblioteca Scientifico-tecnologica dell’Università di Ferrara – via Saragat, 1 – 44122 Ferrara (e-mail: biblioteca.scientificotecnologica@unife.it) o presso la Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara

u – 1999 – Paleostratigr_area_deltizia

Nuovi dati sull’evoluzione dell’antico delta padano in epoca storica.

BONDESAN M., 1968. Nuovi dati sull’evoluzione dell’antico delta padano in epoca storica. Atti Accad. Scienze di Ferrara, voll. 43-44, 16 pp., 3 ff.
(argomenti: geomorfologia – Pianura Padana)
Mediante rilievi di campagna, lo studio di foto aeree e di piani quotati, vengono ricostruite le successive posizioni della linea di costa nel territorio comacchiese in età romana-altomedievale. In una vasta area a nord di Comacchio vengono riconosciute tracce di antichi alvei fluviali e di opere di sistemazione idraulico-agraria di età precedente la formazione dei bacini salmastri (ex Valle Isola).
Consultabile presso l’Accademia delle Scienze di Ferrara – via L.A. Muratori, 9 – 44121 Ferrara (e-mail: info@accademiascienze.ferrara.it) oppure presso la Biblioteca Scientifico-tecnologica della Università di Ferrara – via Saragat, 1 – 44122 Ferrara (e-mail: biblioteca.scientificotecnologica@unife.it) o presso la Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara.

a – 1968 – Evol_antico_delta_padano

Gli antichi cordoni litoranei del settore sud-occidentale delle Valli di Comacchio.

BONDESAN M., BUCCI V., 1972. Gli antichi cordoni litoranei del settore sud-occidentale delle Valli di Comacchio. Atti Accad. Scienze di Ferrara, vol. 48, 18 pp., 3 ff.
(argomenti: geomorfologia – paleogeografia – Pianura Padana)
Mediante rilievi di campagna, studio di foto aeree, effettuazione di nuovi voli, sondaggi e ricostruzioni stratigrafiche, è stato definito il quadro dei cordoni litoranei e dei principali paleoalvei di età olocenica nel settore del Ferrarese comprendente i bacini di bonifica del Mezzano e del Mantello e le superstiti valli di Comacchio. Il principale nuovo paleoalveo scoperto potrebbe essere il Vatrenus (Santerno) citato da Plinio il Vecchio.
Estratto consultabile presso la Biblioteca Scientifico-tecnologica dell’Università di Ferrara – via Saragat, 1 – 44122 Ferrara (e-mail: biblioteca.scientificotecnologica@unife.it) o presso la Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara.

c – 1972 – Antichi_cordoni_litoranei_Valli_Comacchio

Movimenti verticali del suolo nella Pianura Padana orientale desumibili dai dati I.G.M. fino a tutto il 1990.

BONDESAN M., GATTI M., RUSSO P. 1997. Movimenti verticali del suolo nella Pianura Padana orientale desumibili dai dati I.G.M. fino a tutto il 1990. Bollettino di Geodesia e scienze affini, 2, pp. 141-172, 14 ff.

Confrontando le livellazioni altimetriche di precisione dell’Istituto Geografico Militare Italiano e della Direzione del Catasto Servizi Tecnici Erariali, viene definita l’evoluzione della subsidenza nella seconda metà del XX secolo per la Pianura Padana orientale. Il fenomeno è risultato in attenuazione nel Veneto, nel Ferrarese e nella fascia litoranea romagnola, in aumento specialmente in aree di recente industrializzazione a Bologna e provincia, lungo la via Emilia e nella parte centrale della provincia di Ferrara. Viene per la prima volta segnalata l’influenza dello spessore dei sedimenti plio-quaternari sulla subsidenza artificiale.

Bondesan et ali 1997 – Movimenti Verticali Suolo Pianura Padana

I paesaggi della provincia di Ferrara

BONDESAN M., BASSI C., 2001. I paesaggi della provincia di Ferrara. In Storia di Ferrara, vol. 1 Territorio e Preistoria, a cura di M. Bondesan & A. Broglio, Corbo Ed. Ferrara, pp. 427-456, 17 foto.
(argomenti: geomorfologia – paesaggio – Pianura Padana)
Alla fine del Novecento l’editore Corbo ha dato alle stampe vari volumi di una molto dettagliata Storia di Ferrara, ma il primo volume della collana, dedicato al territorio e alla preistoria, è stato realizzato solo nel 2001, affidandone il coordinamento scientifico a M. Bondesan e A. Broglio e quello organizzativo a G. Pagnoni. Viene qui presentato un articolo sul paesaggio ferrarese, scritto dall’architetto Carlo Bassi e da Marco Bondesan riproponendo la classificazione del geografo Mario Ortolani che aveva iniziato a scrivere lo stesso contributo per il volume poco prima della sua scomparsa.
Volume acquistabile online, consultabile presso la Biblioteca Scientifico-tecnologica dell’Università di Ferrara – via Saragat, 1 – 44122 Ferrara (e-mail: biblioteca.scientificotecnologica@unife.it) oppure presso la Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara.

I paesaggi della provincia di Ferrara 1di3

I paesaggi della provincia di Ferrara 2di3

I paesaggi della provincia di Ferrara 3di3

Mappa distribuzione paesaggi (provincia di Ferrara)

Osservazioni sui gorghi e su altre cavità di erosione nei territori di Rovigo e Ferrara; ipotesi sulla loro origine

BONDESAN M., 1995. Osservazioni sui gorghi e su altre cavità di erosione nei territori di Rovigo e Ferrara; ipotesi sulla loro origine. Atti Accad. Scienze di Ferrara, 70/71, pp. 129-156, 7 ff., 1 tab.
(argomenti: geomorfologia – Pianura Padana)
Sono comunemente chiamati “gorghi” piccoli laghetti esistenti nella bassa Pianura Padana in prossimità di fiumi, oppure in corrispondenza di dossi di paleoalvei o cordoni litoranei, cioè in corpi costituiti da sabbie. Lo studio ne elenca i principali per le province di Ferrara e Rovigo, alcuni esistenti da secoli altri di origine recente e documentata, proponendone la tutela. Il lavoro formula l’ipotesi che nella loro origine abbiano avuto un ruolo preminente fenomeni di erosione prodotta da turbolenze ad asse verticale da parte di acque in movimento sulla pianura in occasione di allagamenti da esondazioni fluviali o di locali ingressioni del mare.

Alla pubblicazione sono allegate alcune pagine di un lavoro presentato in seguito (v. Giornata in memoria di Edoardo Semenza) che riporta li risultati di esperimenti effettuati per riprodurne l’origine su modello fisico.
Consultabile presso la Biblioteca Scientifico-tecnologica dell’Università di Ferrara – via Saragat, 1 – 44122 Ferrara (e-mail: biblioteca.scientificotecnologica@unife.it)

n1 – 1995 – Gorghi

Geomorphological hazards in the Po delta and adjacent areas

BONDESAN M., 1989. Geomorphological hazards in the Po delta and adjacent areas. Suppl. Geografia Fisica e Dinamica Quaternaria, 2, pp. 25-33, 6 ff.

(argomenti: geologia ambientale – Pianura Padana – rischio geomorfologico – subsidenza)

Le cause dei rischi geomorfologici che minacciano il Delta del Po e i territori adiacenti risultano, ad eccezione della subsidenza naturale, più o meno connessi con l’azione dell’uomo (i.e. innalzamento eustatico del livello marino). In particolare per questo territorio l’innaturale assetto altimetrico è dovuto all’irrigidimento della rete fluviale, aggravato dalla subsidenza artificiale causata dalla bonifica e dalle estrazioni di acqua e idrocarburi (v. anche Bondesan & Simeoni, 1983). Il territorio è oggi quasi totalmente sotto il livello del mare e lo scolo delle acque è affidato all’azione di numerosissimi impianti idrovori. A rischi di allagamento da mare e da fiumi si affianca perciò anche quello di allagamento per difficoltà di drenaggio delle acque meteoriche. Inoltre la diminuzione di apporto solido nei fiumi provoca fenomeni erosivi negli alvei e nelle spiagge.

Volume acquistabile contattando il Comitato Glaciologico Italiano – Via Massimo d’Azeglio, 42 10125 Torino – estratto completo consultabile presso la Biblioteca Scientifico-tecnologica dell’Università di Ferrara – via Saragat, 1 – 44122 Ferrara (e-mail: biblioteca.scientificotecnologica@unife.it) o presso la Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara – alcuni estratti sono ancora disponibili telefonando all’autore.

h – 1989 – Geom_hazards_Po-Delta

Studio geologico coordinato per la pianificazione territoriale del Comune di Ferrara

BARTOLOMEI G., BONDESAN M., DAL CIN R., MASE’ G., VUILLERMIN F., 1975. Studio geologico coordinato per la pianificazione territoriale del Comune di Ferrara. Memorie Soc Geol. It., vol. 14, pp.165-205, 3 tavv.
(argomenti: geologia ambientale – pianificazione – Pianura Padana – rischio geomorfologico)
Presentato al Congresso Nazionale di Geologia Applicata di Bari nel 1975, questo studio contiene le risultanze del lavoro realizzato presso l’Università per il Comune di Ferrara in occasione della stesura del nuovo PRG. Comprende:

– lo studio geomorfologico, realizzato da M. Bondesan, che è stato anche coordinatore dell’intero lavoro,

– lo studio dei terreni (granulometria e fondamentali caratteristiche chimiche),

– lo stato dell’idrografia di superficie,

– lo studio idrogeologico (falde profonde e falda freatica in condizioni di scolo e di irrigazione),

– un panorama geotecnico generale,

e alcune carte di incrocio delle tematiche (i.e. difficoltà di drenaggio, penalità a fini edificatori).

Si è trattato di uno dei primi studi geologici finalizzati alla pianificazione urbanistica realizzati in Italia e per molti anni è stato preso a modello, sia a scala regionale che nazionale.
Consultabile presso il centro di documentazione della Società Geologica Italiana CGT – Centro di GeoTecnologie Via Vetri Vecchi 34, 52027 – San Giovanni Valdarno (Arezzo), oppure presso la Biblioteca Scientifico-tecnologica dell’Università di Ferrara – via Saragat, 1 – 44122 Ferrara (e-mail: biblioteca.scientificotecnologica@unife.it) o presso la Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara.

f1 – 1975 – St_ Geol_PRG_Ferrara_testo

f2 – 1975 – St_ Geol_PRG_Ferrara_allegati